il 27 maggio 2018

dom ore 17.30

 

il TEATRO ARGOT STUDIO

ospita

 

LA VALIGIA DI PROSPERO

COSTANTINOPOLI

La notte del destino

 

scritto e diretto da Piergiorgio Sperduti

con

Lorenzo Bianchi Imperatore-bambino Costantino VI – Una Moira

Roberto Catallo Consigliere di Corte Bammacione – Una Moira

Laura De Ciantis Tata Matrioska

Riccardo Ferrazzoli Logoteta di Corte Niceforo – Una Moira

Cristoforo Fiorini Uomo-corvo Manuele

Irene Giovannone Imperatrice-madre Irene

Tamara Pessia Antonia

Piergiorgio Sperduti Maggiordomo di Corte – Una Moira

foto di scena Marco Schirinzi

 

DURATA 90'

 

Testo orginale, affronta il genere dell’Opera regia all’italiana, famosa in epoca barocca per la mescolanza di tragedia eroica e di comicità in maschera, recitata con gran successo dalle Compagnie dell’Arte italiane. La vicenda è ambientata a Costantinopoli; durante il regno dell’Imperatore-bambino Costantino VI, una cometa appare in cielo e i presagi indicano che essa ha il potere di cambiare il destino degli uomini. Questo tentano, per i loro scopi, i personaggi della messa in scena: l’Imperatrice Irene, madre di Costantino, assieme al fidato Logoteta Niceforo; il comico Consigliere Bammacione; i suoi figli, la bella Antonia e il mostruoso uomo-corvo Manuele; l’Imperatore stesso e la sua balia e nutrice, Tata Matrioska. In un turbinio di scene notturne, ognuno correrà al suo fato e darà vita a vicende tragiche, comiche, grottesche e poetiche. Su tutti loro, vegliano le tre Moire, signore del Destino. In scena, si parlerà italiano, dialetto e lingua poetica in endecasillabi.

 

Le maschere utilizzate in scena sono creazione originale Bertolini (Venezia) e sono state disegnate appositamente per i Comici Prosperiani.

LA COMPAGNIA

I Comici Prosperiani nascono dalla Scuola di Teatro d’Arte “La valigia di Prospero” nel 2016 ad Isola del Liri (FR). Ricercano forme e teorie con le quali unire la tradizione del teatro in maschera all’estetica della messa in scena contemporanea, producendo spettacoli “tradotti” dalla lingua del teatro italiano classico a quella della rappresentazione d’oggi. Spettacolo del biennio 2016/2017 è stato “Angelina”, tratto da un canovaccio settecentesco e trasportato nell’Italia degli anni Trenta; rappresentato anche al “2e Festival de Commedia dell’Arte de Nice” (Nizza, Francia).

 

 

Circolo culturale Argostudio | Via Natale del Grande 27 00153 Roma (Trastevere) | tel 06 5898111 | info@teatroargotstudio.com | p.iva : 08154421005 c.f. 06932070581

powered by danilochiarello.com

Clicking on 'OK' or using this website, you accept our cookie policy. OK